La polemica fa più notizia !!!

Ho letto l’articolo della giornalista di Repubblica, Tiziana De Giorgio dell’ 11 febbraio scorso su un fatto accaduto durante i tre giorni di autogestione della sede di via Corti del Liceo Donatelli-Pascal di Milano, nel quale si è raccontato in modo, a parer mio, incompleto e non totalmente esatto, di una polemica accaduta tra le Presidenza della scuola e gli studenti intervenuti ad un incontro, che aveva preso una piega diversa da quella autorizzata.

Nel mio ruolo di Presidente del Consiglio d’Istituto del Liceo Scientifico Donatelli Pascal, preferisco non entrare nel merito del fatto in questione e neanche del relativo articolo che mi ha trasmesso la sgradevole sensazione di aver voluto dare, più che altro, un carattere sensazionalistico a questo episodio e un discredito a questo Liceo soprattutto per il taglio dato alla chiusura dell’articolo stesso.

Ma mi rammarico che la Sig.ra Tiziana De Giorgio, o un altro inviato della Repubblica o altra testata, non fosse presente stamattina all’incontro avvenuto nella stessa sede di via Corti del medesimo Liceo Scientifico Donatelli-Pascal (perché questo è il nome di questa scuola), dove è stato presentato un progetto collegato all’EXPO 2015 dal titolo “Giochiamo seriamente a non sprecare” voluto dall’Associazione Zonta Club Milano Sant’Ambrogio, che ha coinvolto il nostro Liceo e i suoi studenti, i quali stanno sviluppando questo progetto “contro lo spreco alimentare” col supporto di alcuni insegnanti.

Oggi il Comitato dei Genitori ha organizzato un incontro aperto a tutti in cui ragazzi di seconda, terza e quarta (parliamo di una fascia di età tra i 15 e 18 anni) hanno presentato il loro lavoro fin qui svolto con grande bravura e competenza, dimostrando delle capacità organizzative e di iniziativa davvero notevoli che li hanno portati a fare indagini anche fuori dalla scuola e a scovare nuove idee e metodologie di risparmio e riciclaggio degli alimenti da riproporre a ristoratori e negozi/supermercati della zona.

Hanno saputo descrivere con chiarezza le ricerche e i risultati ottenuti su questo argomento, illustrando le loro iniziative di sensibilizzazione che hanno prodotto strumenti di divulgazione ed educativi come un calendario che scandisce i prodotti della terra di ogni mese ed un gioco da tavola che insegni il corretto uso degli alimenti, e tanto altro ancora.

Quello che voglio sottolineare è proprio il fatto che questi studenti ed i loro insegnanti hanno svolto un lavoro di grande impegno che porterà il nome di questo Liceo, insieme a quello di un comprensivo scolastico di primo grado e di una scuola privata del milanese, all’EXPO 2015.

Unico Liceo di Milano!!

Anche e soprattutto questo è quello che accade nel Liceo Scientifico Donatelli-Pascal di Milano e sarebbe bello che anche a questi fatti venisse collegato il nome del Liceo Scientifico Donatelli-Pascal sui giornali e sul web.

Forse bisognerebbe parlare di scuola anche quando si costruisce qualcosa di positivo e non solo quando sorgono delle polemiche, che poi sono molto più frequenti e comuni  di quanto si possa pensare in tante scuole in autogestione.

Però, lo so, le polemiche “fanno più notizia”.

(Se poi qualcuno avesse voglia di ristabilire la verità anche sulla polemica legata a quell’episodio accaduto durante l’autogestione, sono pronta a rispondere a qualsiasi domanda)

Ringraziando per l’attenzione e nella speranza di pubblicazione di questa mia lettera

porgo cordiali saluti

T……. V………..

Presidente del Consiglio d’Istituto  del Liceo Scientifico “Donatelli-Pascal” Milano